CT Pisticci generoso, ma Torino ha la meglio

Stampa

La tennista bulgara Martina GledachevaSconfitta all’esordio per il CT Pisticci che al primo turno del campionato femminile di A2 ha ospitato il Circolo della Stampa Sporting di Torino.
Al termine di una prova comunque generosa le ragazze del presidente Leone hanno dovuto soccombere contro le più quotate avversarie. Nei tre singolari, infatti, Torino ha chiuso la partita portandosi sul 3-0. Poco influente a quel punto il doppio, giocato a risultato già acquisito.

L’incontro si è disputato in parte sui campi del CT Pisticci ed in parte nell’impianto al coperto di Palagiano, nel quale le due squadre si sono dovute trasferire nel pomeriggio a causa della pioggia. Il regolamento, infatti, prevede che le società iscritte debbano garantire una struttura coperta che, però, a Pisticci manca. E pertanto il CT Pisticci si è dovuto arrangiare a Palagiano.
Nel primo singolare facile vittoria della ex Pisticci Kildine Chevalier che ha battuto nettamente l’ultima arrivata in forza al Circolo lucano, Martina Santoni. Troppo il divario fra le due giocatrici, con la francese che ha chiuso il match con un perentorio 6/3 6/1. Più equilibrata la sfida tra Meruzzi e Canepa, almeno nella fase iniziale. La veronese ha vinto il primo set per 6/3, ma poi ha subito il ritorno dell’avversaria ed ha perso abbastanza nettamente per 6/2 6/3.
Nel terzo singolare parte male la Gledacheva che perde il primo set con la Chieppa per 6/4. Poi, però, la giovane bulgara s’impone con autorità nel secondo parziale vincendo per 6/2. A quel punto, però, inizia a piovere e la carovana si trasferisce a Palagiano. Cambia la superficie, perché si passa dalla terra battuta al veloce. Il break non giova al CT Pisticci, perché la Chieppa, apparsa in difficoltà, approfitta per recuperare energie e lucidità. A Palagiano si gioca il set decisivo, che la tennista di Torino vince per 7/5 dopo aver annullato un match point alla Gledacheva sul 5/4.
Il doppio vede di fronte Santoni e Gledacheva contro Chevalier e Chieppa, ma non è più influente ai fini del risultato.
“Peccato per l’interruzione – commenta il presidente Leone – perché ci ha danneggiato. Avremmo potuto prendere almeno un punto che comunque ci avrebbe portato al doppio, dove, tuttavia, non eravamo favoriti. Una sconfitta con Torino era da mettere in preventivo, ma per come sono andate le cose noi avremmo potuto guadagnare il pareggio. Dispiace, ma siamo consapevoli che ci sarà da lottare ogni domenica. Il prossimo turno si gioca a Gallarate ed anche lì non sarà facile. Ma vedrete che alla fine riusciremo a salvarci. Quando potremo avere la Cravero saremo maggiormente competitivi”.

Roberto D'Alessandro
www.pisticci.com