Il Circolo Tennis Pisticci abbandona la serie A2 Femminile

Stampa

 

Dopo dieci anni consecutivi nel campionato nazionale di serie A ed altrettanti in serie C prima e in B2 e B1 dopo, termina definitivamente l'esperienza di vertice per il Circolo Tennis Pisticci. Infatti il glorioso sodalizio lucano, che lo scorso anno aveva giocato, perdendola, la finale per la promozione in A1 con il Tc Cagliari,  non si iscriverà al prossimo Campionato di A2 2012 ed ha provveduto in data odierna a liberare tutte le sue giocatrici.

La dolorosa e sofferta decisione trova la sua giustificazione principalmente nella difficoltà di reperire le risorse finanziarie necessarie ed anche nella impossibilità di normalizzare i rapporti con l'ente proprietario degli impianti, il Comune di Pisticci, a cui già da tempo (novembre 2010) erano stati rappresentati i motivi di disagio che poi più volte sono stati ribaditi attraverso pubbliche conferenze stampa e privati incontri istituzionali.

Insieme al rammarico per la definitiva perdita di una vetrina così prestigiosa per lo sport lucano, vogliamo esternare anche il più vivo e sincero ringraziamento a tutte le giocatrici (a quelle già in organico come Meruzzi, Gledacheva, Santoni e Parisi ed anche a quelle che fino ad oggi sono rimaste in attesa di contratto come la nazionale italiana Tathiana Garbin) per la loro disponibilità a rinunciare a probabili e più generose offerte di mercato.

Un caro ringraziamento va anche a tutti coloro che ci hanno aiutato in questa indimenticabile stagione, lunga dieci fulgidi anni e piena di grandi soddisfazioni e di splendidi rapporti con giocatrici, coach, dirigenti e club di tutta Italia.  Il pensiero va innanzitutto ai vari capitani che si sono succeduti, da Giovanna Carotenuto a Gianluca Palombini, agli sponsors, agli organi di informazione, alla stampa e alle tv regionali e locali, ai giudici di gara, e a tutti gli uomini e le donne che si sono avvicendati a vario titolo nel sostegno e nell'organizzazione della squadra e del campionato.

Il Presidente Michele Leone