Vittorio lo Senno medaglia di bronzo agli Europei di calcio a 5 in Croazia

Stampa

 

C'è anche il pisticcese Vittorio lo Senno tra i premiati agli Europei di calcio a 5 in Croazia, dove la Nazionale Italiana ha conquistato il 3° posto. Grande soddisfazione per il fisioterapista di Pisticci che, dopo l'esperienza lo scorso anno in serie A con la squadra femminile del Circolo Tennis Pisticci, ha fatto parte a pieno titolo dello staff della Nazionale di calcio a 5 che ha chiuso sul podio l’Europeo di Croazia lo scorso 11 febbraio. A Zagabria, decisiva per la medaglia di bronzo la vittoria per 3-1 (la terza su tre con questo punteggio) sui padroni di casa nella finale per il terzo posto. Si conclude così in maniera più che positiva la rassegna continentale per gli azzurri di Roberto Menichelli che, nonostante il cammino reso difficilissimo dal secondo posto nel Gruppo C (con Turchia e Russia), hanno battuto il Portogallo nei quarti prima di cedere con onore alla Spagna (1-0) nella semifinale di giovedì scorso e di piazzarsi alle spalle solo della stessa Spagna e della Russia, favorite e finaliste.
Vittorio Lo Senno e Diego Falanga (insieme nella foto) hanno rappresentato la coppia vincente dell'assistenza fisioterapica alla nazionale italiana. Uno romano, uno di Pisticci, entrambi alla prima esperienza con la maglia azzurra addosso. Onorata nel miglior modo possibile, con la medaglia di bronzo e la stima di giocatori e staff tecnico. Sul lettino della fisioterapia ci sono passati tutti, chi per un massaggio, chi per una fasciatura, chi per una semplice chiacchierata. Perché la sala della fisioterapia è un luogo dove il giocatore si sottopone alle cure, ma anche dove si scarica la tensione, non solo i muscoli. Diego e Vittorio, la base di una piramide in cui il vertice è il dottor Nicola Pucci, da cui partono gli input per i trattamenti medici e l’alimentazione da seguire. Dietro una grande squadra insomma c’è un’altra grande squadra.

Vittorio Lo Senno vive a Pisticci e lavora a Marconia, collabora in Calabria a Tortora Marina, nello studio del dottor Pucci, e così si è ritrovato a Zagabria con la Nazionale: “È stata una sensazione spettacolare – dice Lo Senno – già era bello disputare una competizione del genere, figuriamoci ora che siamo arrivati terzi. Per me questa è stata un'esperienza nuova. Durante il ritiro di Genzano ero un po' preoccupato perché sono entrato in un ambiente che non conoscevo, ma sin da subito si è creato il feeling perfetto tra staff e giocatori. Certo il pensiero va alla mia città dove si deve ancora lamentare l'assenza di un impianto di calcetto che penalizza tutti, le squadre iscritte ai vari campionati, i ragazzi che vogliono semplicemente divertirsi e lo stesso Circolo Tennis che con passione e dedizione ne aveva assicurata la gestione per dieci anni, provvedendo a proprie spese anche al primo rifacimento del manto".

Noi del Circolo Tennis ricordiamo Vittorio con affetto ben sapendo di aver avuto una collaborazione importante; e lo ricordano con piacere anche le ragazze della serie A  ed il capitano Gianluca Palombini che ne aveva subito apprezzato le qualità.

Il Presidente Michele Leone